Ardere d'amore


Immersi come siamo in un mondo che è attraversato da tantissime emergenze, corriamo il rischio di sentirci inutili... come contribuire al bene? e donare quella gioia che Gesù dona alla nostra anima? San Massimiliano Kolbe ci dà una bella scrollata e ci indica una via semplicissima. Non si tratta tanto di impegnarsi a contrastare il male, quanto, una volta evidenziato anche il male, di dare tutto se stessi al Signore attraverso Maria. 

Tendere con l'energia vitale che abbiamo verso questa unione con loro, svegliarci alla loro presenza, prendere coscienza che siamo in relazione con loro. In questo modo non saremo più occupati a rattristarci per tutte quelle cose che non vanno e che vorremmo diverse, ma spingeremo oltre la nostra capacità di vita e di donazione, come ha fatto Massimiliano, con la gioia che gli veniva dal sentirsi amato. 

Oggi padre Kolbe, come molti lo chiamano sentendolo ancora padre affettuoso e vicino, ci fa smuovere dalle nostre sedie e ci dice che ardere d'amore verso la nostra Madre celeste è il segreto per sentirci vivi e utili dando un contributo reale a migliorare gli altri con cui viviamo. Non c'è gioia più grande che vedere gli altri fiorire di quella stessa luce che un giorno ha fatto fiorire noi. 

Commenti